0

Il termine arredamento moderno è forse uno dei più abusati nell’ambito della creazione di ambienti domestici. Quante volte avrai sentito dire “ho scelto un tavolo in stile moderno” o “questa cucina moderna si abbina perfettamente alle scelte stilistiche della mia casa”.

Si ma, in effetti, cosa vuol dire arredamento moderno e quali sono gli oggetti d’arredo che rientrano in questa categoria?

Purtroppo non è possibile dare una definizione univoca in quanto, nel tanto nominato “moderno” rientrano diverse categorie spesso anche molto differenti tra loro.
In questo articolo andremo ad analizzare tre di queste categorie che, senza dubbio, sono le tre più sfruttate e utilizzate in un arredo di tipo moderno.

Vediamole insieme!

Stile minimal

minimal

Quando si pensa a un arredamento moderno la prima cosa che viene in mente è il cosiddetto stile minimal. Potremmo infatti dire che il minimal rappresenti la modernità per antonomasia in quanto va ad opporsi completamente a quella che è la rigidità e la voluminosità dello stile classico.

Per dirla in termini più semplici e facilmente comprensibili è necessario mettere a confronto i mobili “di una volta” a quelli odierni.

Se un tempo si preferivano mobili di un certo spessore e dimensioni che potessero trasmettere un senso di solidità e sicurezza, ad oggi si preferiscono delle soluzioni molto più easy e leggere che non ingombrino e che, al contrario, trasmettano una sensazione di apertura maggiore.

Ed è per questo motivo che oggi assistiamo, ad esempio, a tantissime cucine moderne che incarnano perfettamente questi valori presentandosi estremamente compatte ma integrando tutti gli elettrodomestici e gli spazi necessari.

Il filo rosso che collega tutti i mobili che possiamo catalogare come “minimal” è una ricerca di “minimalità” (perdona il gioco di parole) nelle varie componenti a favore di una leggerezza maggiore e di spazi molto più luminosi e arieggiati.

Stile industrial

industrial

Hai presente quelle serie tv americane nelle quali si vede sullo sfondo un muro fatto in mattoncini? Ecco quello è un chiaro esempio di stile industrial.

In effetti negli USA questo è uno stile molto diffuso che ricorda i meandri di New York o Chicago città da sempre fortemente industrializzate. Forse non lo sapevi o non te lo aspettavi ma anche lo stile industrial rientra in quello che potremmo definire un arredamento moderno.

La chiave di volta di questo tipo di arredamento, adottato spesso anche da attività quali bar, ristoranti e affini, è quella di mettere in risalto alcuni elementi tipici della fabbrica, riadattandoli ad un ambiente domestico.

Il risultato è incredibilmente efficace in quanto dona all’abitazione un tocco di estraneità rispetto alla casa tradizionale. Naturalmente quello dei mattoncini è solo un esempio in quanto a rendere lo stile industrial così unico sono i vari elementi e complementi d’arredo che fanno da cornice (ma non troppo) all’intero ambiente.

Anche ad esempio la semplice scelta dei lampadari, i quali sono generalmente molto bassi con un filo decisamente lungo, o della credenza la quale può essere realizzata con scaffali in ferro, è in grado di cambiare completamente l’aspetto della cucina o del soggiorno.

Insomma uno stile che, come puoi notare dalle immagini si distacca completamente da quello minimal, eppure entrambi possono essere catalogati come moderni.

Stile anni ‘50

anni '50

Cosa? Stiamo parlando di stile moderno e mi fai un riferimento agli anni ’50?

Proprio così! Potrà sembrarti strano ma anche uno stile anni ‘50 può rientrare tranquillamente nella categoria “arredamento moderno”.

Nel corso degli ultimi anni è infatti letteralmente esplosa la tendenza a riprendere vecchi stili e a rielaborarli in chiave del tutto moderna. È così che si assiste ad esempio al riutilizzo di complementi d’arredo ormai passati di moda i quali, se ripresi e inseriti nel giusto contesto, possono decisamente fare la differenza.

Devi considera che il mondo dell’arredamento segue un po’ lo stesso principio di quello della moda. Si tratta di stili che, ciclicamente, si ripetono del tempo con alcune aggiunte e modifiche che permettano di adattarli perfettamente ai giorni nostri.

Come puoi vedere anche uno stile anni ’50, che per antonomasia riprende uno stile ormai passato, è considerabile perfettamente moderno.

Posta Commenti

Lascia una Risposta

Il Tuo indirizzo email non verrà pubblicato.